CANI E PULCI

September 30, 2018

CANI E PULCI

I parassiti, oltre a pungere e ad essere potenziali portatori di gravi malattie per i nostri animali, sono pericolosi anche per l'uomo.
L'essere umano generalmente non rientra tra gli ospiti d'elezione dei parassiti, però può diventare un ospite occasionale nel caso in cui il parassita non trovi un'alternativa migliore.
Tra i parassiti più comuni vi sono zecche e pulci che vivono sulla cute dell'animale per lunghi periodi nutendosi di sangue. Flebotomi e zanzare, anche essi ematofagi largamente diffusi in tutta Italia, sono invece portatori di alcune delle più gravi malattie che possono colpire i cani: la leishmaniosi e la filariosi.
Sul mercato esistono diversi prodotti chimici e naturali che mirano a soddisfare qualsiasi richiesta in merito a questo problema, mentre è sconsigliabile ricorrere a rimedi fai da te.
Non solo una dose non corretta potrebbe non coprire a dovere l'animale e quindi non essere efficace ma potrebbe anche creare problemi sia all'animale che all'uomo.
Infatti molte di queste materie prime sono "oli essenziali" costituiti da catene di terpeni, altamente volatili e irritanti per le mucose. Ci sono anche buoni preparati galenici antiparassitari per animali, i quali associani diversi olii essenziali con la giusta dose e con un ottimo veicolo che permette la maggior durata del prodotto nebulizzato.
E' fondamentale inoltre che si valuti il tipo di ambiente in cui vive l'animale: se il cane passa sia il giorno sia la notte all'aperto è necessario un antiparassitario che copra anche dai flebotomi, che pungono nelle ore notturne; se invece il cane è in contatto con altri animali domestici è sempre meglio utilizzare prodotti che possano andare bene per entrambi. I principi attivi innocui per il cane non è detto che lo siano anche per il gatto.
Gli antiparassitari chimici hanno una durata d'azione maggiore di quelli naturali, infatti varia dai due fino ad arrivare in alcuni casi agli otto mesi, e sono nella maggior parte ben tollerati, anche se in alcuni casi possono dare effetti collaterali (di solito a livello cutaneo). Gli ultimi prodotti sviluppati sono costituiti da polimeri che rilasciano in maniera graduale il farmaco esclusivamente quando l'animale è in movimento.
Altra importante scelta da fare quando si vuole comprare un antiparassitario, è la modalità di applicazione. Tra le tipologie più usate:
SPOT ON, ha la comodità di essere applicato tra le scapole nei cani piccoli e nei gatti, e anche sulla groppa nei cani di grossa taglia. La comodità di questa applicazione è che l'animale non riesce a leccarsi nel putno di somministrazione e si evitano possibili intossicazioni.
COLLARE ANTIPARASSITARIO, funziona con un meccanismo a lento rilascio e garantisce coperture per periodi molto lunghi. Nei gatti che vivono all'aperto il collare potrebbe non essere indicato perchè si può impigliare e slacciarsi facilmente lasciando il gatto senza protezione.
SPRAY, spruzzati direttamente sul pelo dell'animale, stando attenti alle parti sensibili e soprattutto che non vengano ingeriti.
In genere i gatti non gradiscono questi ultimi perchè si spaventerebbero con la vaporizzazione dello spray.
I principali antiparassitari che vengono somministrati per via orale generalmente sono di uso esclusivo veterinario e non possono essere reperiti se non con una ricetta. Altri fattori che vanno ad influire sulla scelta di un antiparassitario sono: lo stato di salute dell'animale, la presenza di bambini in casa e infine eventuali infestazioni ambientali.
Se il cane o il gatto non sono adeguatamente protetti, possono portare il bambino a contatto con parassiti quali zecche e pulci.
Le regole per evitare tutto ciò sono molto semplici: somministrare regolarmente l'antiparassitario al cane, evitare che il bambino stia a contatto con il cane o con il gatto nelle prime ore dopo la somministrazione di spray ed evitare che i bambini entrino a diretto contatto con gli antiparassitari.
Un ulteriore potenziale problema è infine la presenza di pulci sia nella cuccia dell'animale sia in casa, su tappezzeria, divani e in generale, su tutto ciò con cui è venuto a contatto il cane o il gatto. Tale situazione può essere facilemte risolta mediante l'uso di spray ambientali sia naturali che chimici, i quali, spruzzati direttamente sulle superfici, uccidono le pulci e disinfettano l'ambiente.

- Fabrizio Leone -
Fisioterapista, Personal Trainer, Docente Nonsolofitness

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Featured Posts

CANI E PULCI

September 30, 2018

1/10
Please reload

Recent Posts

September 30, 2018

September 30, 2018

August 27, 2018

August 27, 2018

August 26, 2018

Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon

Copyright Fabrizio Leone Physio Trainer. Tutti i diritti riservati. Tel. 3396493981

PRIVACY - TERMINI E CONDIZIONI -