ATTIVITA'

VUOI RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI?

PHYSIO TRAINER TRAINING!!!

Il Physio Trainer dispone di moltissime attività a seconda della storia clinica e delle capacità psico-fisiche delle persone. Infatti ognuno di noi ha delle caratteristiche uniche così come unico sarà il suo obbiettivo. Vediamo una per una le singole attività e per chi sono indicate.

La fisioterapia viene sempre intesa come un qualche tipo di trattamento riabilitativo, ma in realtà può essere applicata anche a scopo preventivo da affiancare all'attività fisica prima o dopo un allenamento importante, soprattutto in previsione di una gara.

L'attività di fisioterapia prevede manipolazioni a livello articolare, muscolare e nervoso con lo scopo di alleviare o risolvere situazioni patologiche che colpiscono uno o più distretti corporei. Vengono anche utilizzati alcuni strumenti come il kinesio taping, bendaggi funzionali, creme o oli per massaggi a seconda dei casi.

Infine è bene ricordare che nell'anamnesi iniziale vengono tenute in grande considerazione tutte le patologie remote e presenti che caratterizzano la persona, e in caso di sospette anomalie possono essere eseguiti test ortopedici che fanno parte del bagaglio professionale del fisioterapista. Nel caso di sospette anomalie a carico di uno o più distretti, verrà consigliato il medico specialista appropriato per eseguire ulteriori esami.

E' bene ricordare che la figura del fisioterapista è di ambito sanitario e quindi per legge può toccare la persona fisicamente a differenza del personal trainer o del dottore in scienze motorie.

Il fisioterapista - Physio Trainer opera per migliorare/eliminare qualsiasi patologie psico-fisica:

- Trattamenti osteo-articolari

- Trattamenti muscolari

- Trattamenti cervicali

- Trattamenti craniali osteopatici

- Trattamenti sacrali e vertebrali

- Trattamenti strumentali tramite taping neuromuscolare e bendaggi funzionali

- Trattamenti per patologie cardiache

- Trattamenti per patologie respiratorie

- Trattamenti per patologie reumatiche

- Trattamenti per patologie neurologiche periferiche

- Trattamenti per patologie metaboliche

Fisioterapia

OPPURE COMPILA I CAMPI SOTTOSTANTI

RICEVERAI UNA RISPOSTA ENTRO 24 ORE

SEGUIMI SU FACEBOOK

 
Personal trainer

Si comincia con un'attenta anamnesi della persona attraverso il colloquio, in cui vengono prese in considerazioni le attività svolte in passato e nel presente, le patologie remote e presenti, le attitudini alle varie attività sportive e non, gli obbiettivi nel breve e lungo termine. Poi si passa ad un esame strumentale attraverso la plicometria per verificare l'attuale stato di massa magra e grassa e si valuta se seguire una dieta fatta dal nutrizionista che collabora con me oppure procedere allo step successivo. Quest'ultimo riguarda l'impostazione del programma da seguire durante il mese sia per quanto riguarda l'attività fisica, sia per la modifica delle abitudini di vita che per la nutrizione. Infine si valuta se affiancare qualche tipo di terapia fisioterapica di supporto alle sedute di personal trainer in palestra.

Il personal trainer - Physio Trainer opera per raggiungere qualsiasi obbiettivo:

- Dimagrimento (perdita di massa grassa e aumento di massa magra)

- Ipertrofia muscolare (aumento massa magra)

- Perdita della cellulite (qualità nutrizionale e perdita di massa grassa)

- Aumento della forza muscolare (differente dall'ipertrofia)

- Aumento della resistenza muscolare

- Aumento della resistenza arobica

- Miglioramento prestazione sportiva

- Miglioramento della postura

- Diminuzione dello stress

- Autodifesa

- Attività metaboliche

- Attività specifica per anziani

- Attività ludico-motorie per bambini

 
 
Sala pesi e Fitness
 

Dopo l'ananmnesi della persona tramite colloquio e visita strumentale si comincia con l'allenamento che prevede sedute con macchinari di sala, manubri e bilancieri che possono essere accompagnati da strumenti quali le panche e gli step per fornire sostegno e facilitare il gesto tecnico. L'attività in sala pesi è rivolta a tutte quelle persone che sono alle prime armi con il mondo del fitness, per gli anziani, o per chi è in fase rieducativa dopo aver subito un trauma motorio. La semplicità del gesto tecnico, l'utilizzo di macchinari che accompagnano il movimento, e la relativa limitazione nel numero di esercizi praticabili, caratterizza questo tipo di allenamento.

Per chi invece pratica da tempo e vuole implementare le sue capacità condizionali (massa, forza, resistenza) risulta essere il miglior tipo di attività da svolgere.

Functional training
 

Successivamente all'ananmnesi della persona tramite colloquio e visita strumentale si comincia con l'allenamento che prevede una vastissima varietà di esercizi eseguiti con diversi attrezzi o a corpo libero. Tra gli attrezzi utilizzati i principali sono il bilanciere, la palla medica, la kettlebell, la borsa bulgara, il TRX o corde di sospensione.

L'allenamento funzionale è così denominato perchè nasce per predisporre la persona che lo pratica al movimento funzionale per le attività di vita quotidiana. Questo risulta essere il primo obbiettivo di questo metodo di allenamento che oggi sembra stia spopolando in tutto il mondo. Ciò perchè risponde anche ad altri tipi di esigenze della persona, quali:

- il divertimento per via dei numerosi esercizi proposti

- la sfida con sè stessi, perchè gli esercizi devono essere volti entro un certo tempo il quale va sempre migliorato

- la difficoltà, perchè molti esercizi richiedono grandi capacità di coordinazione unite a quelle condizionali (massa, forza, velocità e resistenza)

- socialità, essendo solitamente svolta tramite circuiti, questa attività è perfetta per essere praticata in gruppo

- resistenza aerobica/anaerobica alternata, dato che solitamente non ci si ferma finchè il tempo o le ripetizioni non sono finite

- definizione muscolare, infatti gli esercizi vengono svolti a velocità in un tempo determinato il che stimola il metabolismo dei grassi ma anche quello dei carboidrati e nel contempo i muscoli sono sempre attivi.

Pilates
 

Dopo un'attenta anamnesi con la persona che avviene tramite colloquio e una visita funzionale, si può iniziare questa splendida attività adatta a  chi vuole  ottenere ottimi risultati ma senza faticare eccessivamente. E' adatta a persone che soffrono di problemi alla schiena, persone anziane, donne incinte, persone che sono in fase rieducativa dopo traumi articolari o soprattutto alla colonna vertebrale. Ma anche per tutti colori che vogliono imparare ad utilizzare la corretta respirazione diaframmatica, per chi si avvia alla meditazione, per chi soffre di patologie respiratorie  e cardiache.

Il metodo Pilates è composto da esercizi a corpo libero  (in piedi o a terra) o con piccoli attrezzi come la soft ball, i quali vengono eseguiti mantenedo sempre un certo tipo di respirazione,  di posizione della colonna, di controllo del movimento, di concentrazione mentale.

Posturale
 

Successivamente ad un'attenta analisi della persona tramite colloquio ed eventuali test funzionali a carico soprattutto della colonna vertebrale,  si comincia con il riscaldamento dei vari distretti corporei tramite esercizi di mobilità lenti e controllati. Successivamente si prosegue con esercizi da in piedi che richiedono grande attenzione e controllo della schiena, la quale viene mobilizzata lentamente insieme alla respirazione. A seguire vengono effettuati degli esercizi a terra che prevedono, oltre al controllo e alla mobilizzazione del rachide, anche una decompressione delle singole vertebre ed un allungamento attivo dei muscoli della catena cinetica posteriore. Sono diversi i metodi che vengono utilizzati nella "vera posturale" : Mezières, Souchard, Feldenkreiss, ecc. Io li uso tutti perchè ritengo che ognuno di essi ha dei punti di forza che vanno a compensare i punti deboli dell'altro metodo. Ricordate, diffidate dalle posturali di gruppo! In primo luogo perchè l'insegnante non può tenere sotto controllo 30 schiene in contemporanea, quindi non saprete mai veramente se state facendo bene o no l'esercizio, con il rischio di farsi male, in secondo luogo perchè nei corsi di gruppo viene insegnata la ginnastica dolce e non la posturale di gruppo proprio per il motivo descritto sopra, ovvero perchè in questo modo è più semplice seguire più persone in contemporanea.

Massoterapia

Dopo un'accurata anamnesi del paziente avvenuta tramite colloquio e test valutativi muscolari e articolari, si comincia  con  un massaggio leggero e rilassante  per scaldare i muscoli che saranno oggetto del trattamento. Sono i diversi i tipi di massaggio messi a disposizione a seconda delle diverse problematiche del paziente:

- Massaggio Svedese o rilassante (per chi soffre di stress, per risolvere dolori muscolari da affaticament, dolori articolari e reumatici, per sfiammare muscoli e articolazioni, per risolvere alcune neuropatie)

- Massaggio sportivo  (pre-gara per riscaldare i muscoli prima di una gara e renderli più attivi,  o prima di un allenamento in sala pesi per evitare infortuni muscolari, post-gara o post-allenamento per rilassarli e quindi sfiammare velocemente i muscoli e le articolazioni)

- Massaggio decontratturante (per rompere le contratture muscolari che causano eccessivo dolore e compromettono gli allenamenti, di solito viene affiancato al massaggio rilassante)

- Massaggio linfodrenante (per togliere la cellulite, le rughe sul viso, dopo intervento dei linfonodi, per problemi circolatori)

 
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon

Copyright Fabrizio Leone Physio Trainer. Tutti i diritti riservati. Tel. 3396493981

PRIVACY - TERMINI E CONDIZIONI -